Leonardo Angelucci – Leo Wolf

Leonardo Angelucci – Leo Wolf

Voce, Chitarra

Nasce a Roma nel 1991. Sin da piccolo si innamora di qualsiasi strumento musicale e scopre fin dalla tenera età una spiccata dote per lo spettacolo, esibendosi in ogni occasione con performance teatrali, comiche, canore, e quant’altro.

All’età di 7 anni inizia a studiare musica con il M° Francesco Capogrossi, proseguendo gli studi con vari strumenti (sax, pianoforte, percussioni, flauto) nell’associazione di musica del proprio paese e durante il percorso scolastico, fino a rimanere finalmente sedotto dalle sei corde di una chitarra acustica trovata in casa e di proprietà del babbo.

E’ proprio per imitare la “verve” musicale paterna ed arrivare a quella goliardia che si respirava nelle cene fra parenti, con zii e cugini musicisti, che decide di iniziare a strimpellare i primi accordi, constatando subito ottimi risultati ed innamorandosi dello strumento. Studia chitarra con diversi insegnanti passando dall’impostazione e la teoria classica (M° Fabrizio Quacquarini) alle distorsioni elettriche rock-blues del M° Carlo Rosati, coltivando contemporaneamente con i suoi coetanei i primi progetti di band musicali e la passione per la scrittura di testi e musiche originali.

Tali progetti si concretizzano nel 2006 con la fondazione della sua prima band i “Black Butterfly” e con l’incisione del primo disco di canzoni originali intitolato “Nightbus”, uscito nel 2011. Numerosi i concerti, i concorsi e i premi vinti dal musicista e dalla sua band; da sempre innamorato del palco e dello spettacolo fonda nell’ottobre del 2011 i Lateral Blast, dopo lo scioglimento del progetto precedente, incontrando l’entusiamo di vecchi e nuovi amici-musicisti pronti per un’altra avventura.

Nel gennaio 2014 produce il suo secondo disco ed il primo lavoro in studio dei Lateral Blast, “I am free” e continua a suonare a Roma e nel centro Italia conquistando premi, aperture prestigiose, vincendo festival e facendosi pian piano strada nell’underground musicale indipendente.

Dopo l’ennesimo cambio di formazione della band nel settembre 2014 inizia a lavorare come musicista e produttore sul secondo progetto discografico dei Lateral Blast, “La luna nel pozzo”.

Studente di Geologia per quattro anni, che preferisce ricordare solo e soltanto per il suggerimento sul nome della band (letteralmente “esplosione laterale”)e qualche piacevole scampagnata, presidente dell’associazione culturale FREE CLUB fondata nel 2010 con la quale organizza eventi (Castello di C’Arte) e gestisce un centro culturale (Biblioteca-Centro Culturale “Nerina Poltronieri”) nella provincia di Roma, con il fratello di avventure Matteo Troiani condivide anche la passione per il mondo della radio, fondando dapprima una trasmissione nel 2011 (Mind The Gap Radio Show), partecipando a corsi e stage e poi entrando a far parte dello staff della prima web radio della Sabina romana “Radio Manzo”, dove tuttora conduce diversi programmi musicali e di talk.

Fondamentalmente un testardo e determinato ”factotum” dalle vulcaniche idee e dalla spiccata e travolgente simpatia. Ah, sono anche egocentrico se non si era capito. Ciao.

Ispirazioni

Musicalmente tutti i grandi chitarristi rock/blues, quelli senza tendinite, che suonano di pancia, per citarne alcuni BB King, Jimi Hendrix, Jeff Beck, Robben Ford, Jimmy Page, Richie Blackmoore, Slash e molti altri. Il sul lato compositivo e degli arrangiamenti i Beatles, Pink Floyd, Genesis, Led Zeppelin, Jetrho Tull, per citarne alcuni, ma anche il cantautorato italiano e internazionale, in particolare Fabrizio De Andrè e Lucio Battisti. Un certo tipo di sperimentazioni sonore acustiche ed elettroniche (Miles Davis, Marcus Miller, Herbie Hanckock), ma anche generi come la fusion, il prog ed il rock sperimentale in genere. Il folklore e la world music, dalla chitarra flamenco alla bossa nova, passando per il fado portoghese, il country, la canzone romana ed infine tutta la scena rock indipendente odierna.

 

Socials